S.I.V. - Simulazione Inconvenienti Volo

Si tratta di corsi di perfezionamento per piloti già in possesso dell'attestato.

È consolidata l'opinione che l'apprendimento della disciplina del parapendio non sia così facile e veloce come spesso si voleva far credere.
Un elemento che può creare delle difficoltà al pilota risiede nella diffusa impreparazione nei confronti delle configurazioni inusuali.

Dobbiamo considerare la definizione di manovra o assetto inusuale improprio in quanto le esercitazioni che si effettuano durante il corso SIV propongono assetti che si verificano in volo per cause diverse o manovre che si eseguono per la necessità di dover perdere quota rapidamente.

I corsi SIV organizzati da UNION si svolgono a Maratea (PZ) e hanno una durata per la fase pratica dei voli di tre giorni. I voli si svolgono sia la mattina che il pomeriggio. Conseguentemente nell'arco di un giorno di volo si compiono da 3 a 5 voli.

I corsi sono organizzati nel rispetto dei seguenti punti:

  • L'istruttore responsabile segue via radio i piloti-allievi e fa eseguire le configurazioni. Possiede la specifica qualifica di Istruttore di SIV rilasciata dall'Aero Club d'Italia.
  • L'addestramento pratico di un corso SIV è preceduto da un corso teorico con apporti audiovisivi. Il pilota-allievo che non segue la parte teorica, non può partecipare all'addestramento pratico (non può effettuare il corso SIV).
  • Prima e dopo ogni volo l'allievo-pilota segue un breefing in cui è spiegato il tema della missione effettuata o di quella da effettuarsi.
  • Tutte le configurazioni di un corso SIV sono svolte dai piloti-allievi sopra uno specchio d'acqua.
  • Per garantire l'immediato recupero dei piloti nell'eventualità di ammaraggio è presente un'imbarcazione a motore.
  • Il pilota-allievo è dotato di apposito giubbotto salvagente a gonfiaggio automatico fornito dall'organizzazione.
  • Il pilota allievo è dotato di un secondo ausilio per il galleggiamento posto ventralmente e fornito dall'organizzazione.
  • Il pilota-allievo è dotato di un secondo paracadute di emergenza (ligth) fornito dall'organizzazione.
  • Il pilota-allievo è munito di radio personale dotata di auricolare.
  • Le configurazioni in volo sono filmate.
  • Il pilota-allievo deve essere munito di attrezzatura che se superata la scadenza prevista dal costruttore deve essere stata revisionata da un centro specializzato. Il pilota deve sottoscrivere una dichiarazione a tal riguardo. Sarà cura comunque dell'organizzazione, prima delle prove pratiche di volo, effettuare un controllo dell'attrezzatura, con particolare attenzione alla verifica delle regolazioni della selletta e alla prova di estrazione del paracadute di soccorso.
  • Il pilota-allievo deve provvedere nei giorni precedenti le prove pratiche al ripiegamento del paracadute d'emergenza.
  • La simulazione del lancio del paracadute di soccorso in volo è prevista in tutte le tipologie di corso SIV e pur non essendo obbligatoria è consigliata.
  • Il Corso SIV è svolto volando sul mare. L'organizzazione prevede di disporre di una o più vasche di lavaggio riempite con acqua dolce. Il pilota che ammara, sbarcato a terra, deve provvedere al lavaggio dell'attrezzatura in acqua dolce per evitare che l'acqua salata possa acellerare i fenomeni di invecchiamento dei tessuti.

In base al regolamento didattico in vigore i piloti che frequentano un corso SIV devono essere in possesso dei seguenti requisiti (dovendo essere inseriti per ragioni assicurative in un corso ufficiale AeCI):

  • Possedere un attestato in corso di validità (rinnovato presso AeCI);
  • Essere in regola con l'assicurazione personale RTC.

Norme comportamentali

  • L'allievo-pilota non è autorizzato a svolgere le manovre senza il controllo via radio dell'istruttore che lo dirige.
  • Le manovre non si eseguono se si è perso il contatto radio o se le comunicazioni non sono chiare o nel caso in cui il gommone adibito al recupero dei piloti in acqua sia impegnato.
  • La zona di lavoro viene scelta dall'istruttore.
  • L'ordine dei decolli viene stabilito preventivamente e per consentire continuità alle operazioni si è autorizzati a decollare dopo che il pilota che vi precede ha completato il 50% del programma previsto. Il pilota volerà in trasferimento verso la zona di lavoro ove entrerà dopo l'uscita dalla stessa del pilota che lo precedeva che si recherà in atterraggio.
  • Il corso SIV inizia con l'ingresso nella zona di lavoro e si completa con la sua uscita. Le fasi di decollo, avvicinamento, atterraggio e volo di trasferimento non fanno parte dell'addestramento e pertanto i piloti devono essere in grado di svolgere tali fasi in autonomia.
  • Il pilota atterrato deve sgombrare l'area quanto prima.
  • In caso di ammaraggio il pilota deve attendere l'arrivo del gommone di recupero. Può abbandonare la sella ma non deve togliere il casco. In acqua il rischio principale è quello di legarsi con i cavi e ciò avviene soprattutto con le gambe. Cercate di muovere le gambe il meno possibile e solo se siete certi di non essere legati potrete sganciarvi dalla sella. Tutta l'attrezzatura galleggia per molto tempo.
  • Nel caso in cui il recupero in acqua dovesse comportare dei rischi per il pilota saremo autorizzati al taglio di cinghie e funi dell'attrezzatura.

Altre tipologie di addestramento

Và sottolineato che l'organizzazione è in grado di fornire assistenza didattica nel caso in cui un pilota desideri esclusivamente "ripassare" una specifica manovra o nel caso in cui desideri verificare le reazioni di un parapendio diverso da quello con cui in precedenza ha già svolto un corso SIV. Tali attività che non prevedono un avanzamento nel livello tecnico delle manovre che vengono eseguite, possono essere svolte nell'ambito di una singola giornata di addestramento.

Le manovre previste

  1. Tecniche di discesa rapida
    • Orecchie con acceleratore
    • Grandi orecchie con acceleratore
    • Stallo di B
    • Spirale controllata
  2. Sensibilità di pilotaggio
    • Movimenti pendolari sul beccheggio
    • pilotaggio a bassa velocità
    • avvicinamento allo stallo simmetrico
    • avvicinamento allo stallo asimmetrico
    • cenno di stallo simmetrico
    • cenno di stallo asimmetrico
    • inversioni di rollio in asse
    • wing over
  3. Assetti inusuali
    • asimmetrica non trattenuta e controllata
    • asimmetrica non trattenuta e non controllata
    • asimmetrica trattenuta e controllata
    • asimmetrica trattenuta e non controllata
    • asimmetrica accelerata
    • cenno di chiusura frontale
    • chiusura frontale
    • chiusura frontale (accelerata)
    • stallo simmetrico trattenuto (post stallo)
    • stallo asimmetrico trattenuto (vite piatta negativa)

Tale suddivisione delle manovre viene abbinata ad un'adeguata progressione didattica finalizzata alla maturazione delle doti di pilotaggio. Solo se l'acquisizione delle manovre verrà certificata dalla scuola (mediante scrittura sul libretto volo o nuovo attestato) il pilota potrà accedere ad corsi SIV con un livello di addestramento superiore.

Di seguito i programmi didattici dei tre diversi corsi SIV proposti

SIV I (basico)

Tecniche di discesa rapida

  • orecchie con acceleratore
  • grandi orecchie con acceleratore
  • cenno di spirale con uscita controllata

Sensibilità di pilotaggio

  • beccheggio sul pendolo (lieve)
  • inversioni di rollio in asse
  • pilotaggio a bassa velocità

Assetti inusuali

  • asimmetrica non trattenuta e controllata (non accelerata)
  • asimmetrica non trattenuta e non controllata (non accelerata)
  • asimmetrica trattenuta e controllata (non accelerata)
  • chiusura frontale (non accelerata)

Lancio del paracadute di soccorso (vivamente consigliato)

SIV II (intermedio)

Tutte le manovre del SIV I (basico) più:

Tecniche di discesa rapida

  • stallo di B
  • spirale controllata

Sensibilità di pilotaggio

  • beccheggio sul pendolo (ampio)
  • wing over (fino a 90°)
  • avvicinamento allo stallo simmetrico
  • avvicinamento allo stallo asimmetrico

Assetti inusuali

  • asimmetrica non trattenuta e controllata (parzialmente accelerata)
  • asimmetrica non trattenuta e non controllata (parzialmente accelerata)
  • asimmetrica trattenuta e controllata (parzialmente accelerata)
  • chiusura frontale (parzialmente accelerata)

Lancio del paracadute di soccorso (vivamente consigliato)

SIV III (avanzato)

Tutte le manovre del SIV II (intermedio) più:

Tecniche di discesa rapida

  • spirale tirata controllata

Sensibilità di pilotaggio

  • wing over (oltre 90°)
  • cenno di stallo simmetrico
  • cenno di stallo asimmetrico

Assetti inusuali

  • asimmetrica non trattenuta e controllata (accelerata)
  • asimmetrica non trattenuta e non controllata (accelerata)
  • asimmetrica trattenuta e controllata (accelerata)
  • asimmetrica trattenuta e non controllata (non accelerata)
  • chiusura frontale (accelerata)
  • stallo simmetrico trattenuto (post stallo)
  • stallo asimmetrico trattenuto (vite piatta negativa)

Lancio del paracadute di soccorso (vivamente consigliato)

Al termine dell'addestramento l'istruttore responsabile del corso, verificata l'effetiva capacità da parte dell'allievo-pilota a svolgere correttamente tutte le manovre previste per ogni tipologia di corso SIV, certfica sull'attestato di volo del pilota l'aquisizione della qualifica SIV basico, intermedio o avanzato.
Tale qualifica e l'addestramento svolto hanno valore e vengono riconosciuti per l'acquisizione dell'abilitazione al trasporto del passeggero.