Paramotore

Deriva direttamente dal parapendio di cui è un'evoluzione. È in assoluto il mezzo a motore più semplice e pratico.

Il parapendio, così come il deltaplano senza motore, hanno la loro naturale massima diffusione là dove esistono dei rilievi da cui poter decollare. Il successo riscontrato dal volo libero ha indotto a motorizzare queste ali per poterle utilizzare in pianura.

Il paramotore si compone di un parapendio e di un'apposita imbracatura del pilota in cui trova alloggio un piccolo motore. La leggerezza del mezzo consente l'utilizzo di motori di soli 100cc.

L'elica spingente posta dietro alle spalle del pilota per ragioni di sicurezza è protetta da una rete e una gabbia. Il tutto pesa meno di 20 chili e smontato in pochi minuti entra nel bagaglio di un'utilitaria. I costi di utilizzo sono dunque modesti con un consumo di meno di 2 litri/ora.

Il decollo avviene a piedi in pianura. Si gonfia la vela controvento e poi si dà potenza e in pochi passi si staccano i piedi da terra... magari dal giardino di casa.

Il pilotaggio è elementare: utilizzando la potenza del motore si sale, togliendola si scende. Per la direzionalità il controllo è analogo a quello del parapendio.

Come si impara? Il paramotore, nonostante la sua essenzialità è uno dei mezzi del volo da diporto sportivo a motore. Per questa ragione i corsi sono gestiti da scuole certificate dell’Aero Club d’Italia che assicurano serietà e professionalità.

Dove si svolge il corso

La sede è a Roma EUR. Qui vi è la sede amministrativa, i campi scuola per l'addestramento iniziale, l'aula munita di sistemi audiovisivi per le lezioni teoriche, i depositi delle attrezzature ed il laboratorio di assistenza per le ali. La fase di addestramento pratico finale viene svolto in un campo di volo che è raggiunto dagli allievi con i pulmini della scuola.

Come si svolge il corso

Si svolge contemporaneamente una parte teorica e una pratica.

Teoria: Le lezioni si tengono in aula con durata di circa 75 minuti. Gli argomenti trattati sono: Sicurezza del volo, Aerodinamica, Materiali e Controlli, Tecniche di pilotaggio, Meteorologia, Legislazione e Navigazione, Strumentazione di volo, Paracadute d'emergenza, Assetti inusuali, Fisiologia e Medicina. Le materie sono svolte separatamente e non esistono tra gli argomenti propedeuticità. La divisione delle lezioni in argomenti distinti permette di iniziare il corso in qualsiasi momento. Inoltre tale organizzazione permette di saltare delle lezioni potendole recuperare in seguito.

Pratica: L'addestramento non ha durata fissa. La durata del corso è variabile da allievo ad allievo.

Durata del corso

Dipende dalla disponibilità a poter frequentare le lezioni una o più volte a settimana o in funzione della predisposizione all'apprendimento. Indipendentemente dal numero di lezioni svolte il costo del corso rimane invariato.

Se le condizioni meteorologiche lo consentono, le lezioni possono essere svolte tutti i giorni, sabato e domenica compresi. Ogni allievo è informato quotidianamente a mezzo di posta elettronica sulla possibilità di svolgere una lezione. Gli allievi confermano le adesioni ad una lezione tramite messaggio sms. In questo modo si offre ampia disponibilità di frequenza agli allievi che possono pianificare un programma didattico "Personalizzato".

L'addestramento pratico inizia al campo scuola col solo parapendio. Qui il programma prevede: controlli ed uso delle attrezzature, controllo assetto, rincorse di decollo, decolli, controllo in volo di direzione e velocità, atterraggio. Ogni lezione dura mezza giornata (mattina o pomeriggio).

La scuola dispone di un importante ausilio didattico: il verricello. Gli allievi una volta che hanno appreso come va gonfiato il parapendio vengono aiutati ad andare in volo grazie alla trazione di un cavo. L'istruttore può "filoguidare" il volo del parapendio facendolo rimanere a 1-2 metri da terra per poi poter far sollevare decisamente l'allievo quando ha maturato le capacità di pilotaggio (leggi l’approfondimento). Si prosegue con i decolli col motore e delle esercitazioni specifiche.

Il Corso si completa dopo un esame finale con il rilascio da parte di Aero Club d’Italia dell’Attestato di Pilota VDS-VM.

Il costo

Il costo del corso è di 1000,00 €. Nel caso di piloti di parapendio (volo libero) il costo è di 400,00 €. Tale cifra si versa alla scuola in un'unica soluzione o può essere frazionata in sei rate mensili. La quota di partecipazione al corso comprende: l'addestramento teorico e le esercitazioni pratiche. Il costo è comprensivo delle coperture assicurative richieste per legge.